P538S

Ufficialmente tre o quattro telai sono stati originariamente costruito nel periodo, destinato a gara in USA da Mike Gammino e Le Mans. Oggi, non meno di una decina (o più) telaio sono in esistenza oggi, alcuni di questi falsi la pretesa di essere il vero automobili corso a Le Mans. Almeno due di queste repliche sono Lamborghini V12 alimentato. Questi V12 vetture erano veramente a lungo atteso Bizzarrini sogno: il suo motore e chassis.

BZ-2001

Nel 1990, Bizzarrini è stato coinvolto nella progettazione di un modello di supercar. Basato su Ferrari Testarossa bit, Bizzarrini e il suo team ha progettato una splendida auto. La Bizzarrini BZ-2001 è il vero seguace di P538. La vettura è stata la prima di una supposta di produzione, ma solo uno di più l’auto è stata completata.

 

Picchio Barchetta

Nel 1989 un gruppo di giovani amici che vivono in Ascoli Piceno, con una forte passione per lo sport automobilistico, ha avuto l’idea di istituire una società di costruzione di “copie” delle auto prodotte in passato da Giotto Bizzarrini. Durante il loro primo incontro, il Toscano motore genio espresso una sorta di ostilità verso questa idea, si è rifiutato di sostenere il progetto e ha trasformato il gruppo di amici. Tuttavia, la loro motivazione era così forte che, dopo un breve briefing di circa mezz’ora, hanno presentato una proposta alternativa: per costruire una vettura sportiva. Il risultato è stato il Picchio Barchetta, alimentato da motori BMW. Le vetture sono state con successo il corso in italiano Cronoscalata Campionato e Campionato italiano Sport.

 

Kjara

Il Kjara progetto è nato nel 1998. La Scuderia Bizzarrini costruito questo sport barchetta in stretta collaborazione con Leone Martellucci dell’Università La Sapienza di Roma. L’auto è alimentata da un parallelo sistema di propulsione ibrida con un 2.5 litri TurboDiesel Lancia a motore e a 40 kW (54 cv) AC azionamento elettrico; esso è stato mostrato al salone dell’Auto di Torino 2000.

Bizzarrini oggi

Signor Bizzarrini è ancora impegnato con progetti personali e conferenze.

Nel 2005 a Ginevra, il nuovo proprietario del marchio Bizzarrini ha mostrato la nuova GT Strada 4.1 concetto, una due porte GT con un 4.1 litri da 550 cv (410 kW; 558 PS) pianta (velocità massima di 360 km/h (220 km / h), 0-100 km/h in 3.8 sec.) e fu progettata per la produzione nel 2007.

Nel 2008, Giotto Bizzarrini è lavoro a Livorno, la costruzione di repliche P538 per i clienti Americani.

Oggi, è ancora molto lunga, di insegnamento e di collaborazione con l’Università di Roma lo sviluppo di progetti avanzati e la progettazione, la costruzione e lo sviluppo di una propria auto sportive. Diceva spesso: “io non sono un designer di automobili, io sono un lavoratore”.

Il 23 ottobre 2012, in occasione dell’inaugurazione dell’Università di Firenze, nuovo Design Campus di Calenzano Professore di Giotto Bizzarrini è stato dato la Laurea Honoris Causa in Disegno Industriale.